Quella targa bronzea al faro Crispi che ricordava il cap. d’Albertis e Nino Bixio

guardafui_targa-faro_crispi-foto_c.pedriniDopo il completamento e l’inaugurazione del primo faro a Capo Guardafui, per volere dell’Ammiraglio Thaon di Revel, Ministro della Marina, in accordo col Ministro delle Colonie, nel giugno 1924 venne decisa l’apposizione di una targa bronzea sul faro Crispi che celebrasse la nave Emilia, al comando di Enrico Alberto De Albertis, e la nave Maddaloni, comandata da Nino Bixio, che furono i primi bastimenti italiani ad oltrepassare il nuovo canale di Suez (aperto nel 1869).

.

Clicca MI PIACE nella pagina Facebook dedicata al Faro Crispi a Capo Guardafui

.

La targa in bronzo lunga 1 m e larga 0,60 m per 1 cm di spessore venne realizzata a cura dell’ufficio Tecnico dei fari di Napoli ed esposta il 29 ottobre 1924 alla Mostra Campionaria di Napoli, da dove venne poi spedita a Taranto per essere imbarcata sulla regia nave Campania che la portò al Capo Guardafui.

La targa commemorativa, spostata poi nel 1930 sul nuovo faro Crispi, oggi andata perduta, scritta in italiano conteneva il seguente testo:

Proveniente da Suez diretta a Calcutta doppiava questo Capo nell’ottobre 1871 la nave mista “Emilia”, tonnellate 1046. Primo piroscafo italiano che tentasse il nuovo traffico con le Indie. La comandava il venticinquenne Capitano DE ALBERTIS l’intrepido navigatore oceanico del “CORSARO” campione ancora vivente dello spirito marinaro di nostra gente – Deposta la spada per il timone il Veterano delle guerre di liberazione d’Italia Generale NINO BIXIO con ardore di marinaio pari al valore del condottiero comandava il piroscafo “MADDALONI” la seconda delle navi italiane che solcava queste acque per interesse e floridi commerci d’oltre mare sul quale la Patria fondò le sue speranze. – Dal Ministero della Marina, aprile 1924.” (visibile qui a sinistra in una foto originale del 20 agosto 1930 di Carlo Pedrini capo del Regio Laboratorio Foto Cinematografico di Mogadiscio).

.

© 2014 Alberto Alpozzi freelance photojournalist All Rights Reserved – Torino, Italy

Per approfondire clicca qui per leggere un articolo sulla storia della costruzione del faro Crispi.

ENGLISH VERSION

Bronze plaque that reminded Nino Bixio

Faro Francesco Crispi - Somalia, Capo GuardafuiAfter the construction of the first lighthouse at Cape Guardafui, by decision of Admiral Thaon di Revel, Minister of the Navy, in agreement with the Minister of the Colonies, in June 1924 it was decided to affix a bronze plaque on the lighthouse Crispi tp celebrated the Emilia ships, under the command of Enrico De Albertis, and the Maddaloni ship, commanded by Nino Bixio, who were the first italian ships to cross the Suez Canal.

Click LIKE into Facebook page dedicated to Lighthouse Crispi at cape Guardafui

The bronze plaque long 1 m wide and 0.60 m for 1 cm thick was made by the Ufficio Tecnico dei fari di Napoli and exposed October 29, 1924 at the Mostra Campionaria di Napoli, and than it was sent to Taranto to be embarked on the ship Campania to Cape Guardafui.
The commemorative plaque, moving in 1930 to the new lighthouse Crispi, now lost, written in Italian contained the following text:
Proveniente da Suez diretta a Calcutta doppiava questo Capo nell’ottobre 1871 la nave mista “Emilia”, tonnellate 1046. Primo piroscafo italiano che tentasse il nuovo traffico con le Indie. La comandava il venticinquenne Capitano DE ALBERTIS l’intrepido navigatore oceanico del “CORSARO” campione ancora vivente dello spirito marinaro di nostra gente – Deposta la spada per il timone il Veterano delle guerre di liberazione d’Italia Generale NINO BIXIO con ardore di marinaio pari al valore del condottiero comandava il piroscafo “MADDALONI” la seconda delle navi italiane che solcava queste acque per interesse e floridi commerci d’oltre mare sul quale la Patria fondò le sue speranze. – Dal Ministero della Marina, aprile 1924.”

© 2014 Alberto Alpozzi freelance photojournalist All Rights Reserved – Torino, Italy

To learn more click here to read an article about the lighthouse Crispi’s history

HERE MY FACEBOOK PAGE “Fotografia e Reportage – Alpozzi Fotografo Torino” TO SEE MY REPORTAGE

Annunci

2 pensieri su “Quella targa bronzea al faro Crispi che ricordava il cap. d’Albertis e Nino Bixio

  1. Pingback: 1924 – Il primo faro a capo Guardafui, Somalia Italiana | Faro Francesco Crispi - Cape Guardafui, Somalia A.O.I.

  2. Pingback: 1924/2014 – Il 90° anniversario del faro Crispi nella Somalia italiana | Faro Francesco Crispi - Cape Guardafui, Somalia A.O.I.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...