Il comandante di Zeppelin Hugo Eckener e il capo Guardafui

Hugo Eckener_zeppelinCosa centra il tedesco Dottor Hugo Eckener, comandante di dirigibili Zeppelin e co-fondatore della DELAG, la prima compagnia aerea al mondo, e successore nel 1917 di Ferdinand Graf von Zeppelin alla guida della Luftschiffbau Zeppelin GmbH con la costruzione del faro Crispi a Capo Guardafui?
Il dirigibilista imprenditore raccontava all’epoca delle difficili condizioni di navigabilità delle acque intorno al famigerato “capo della tristezza” e di come i comandanti della navi da carico inglesi, a poche miglia dalla costa somala, sapevano di incontrare forti correnti marine fredde, così che avvicinandosi all’infausta zona misuravano la temperatura dell’acqua mettendo la prua a nord solo quando riscontravano la presenza di queste correnti.

Clicca MI PIACE nella pagina Facebook dedicata al Faro Crispi a Capo Guardafui

La differenza di temperature esistente tra le acque normalmente tranquille e riscaldate del golfo di Aden e quelle agitate dell’oceano Indiano era la base dei naufragi di un tempo: nei mesi estivi nell’oceano Indiano, oltre il capo Guardafui, la temperatura è intorno ai 20-25°, invece, nel golfo di Aden, all’altezza di Alula la temperatura supera spesso i 35-40° originando fortissime evaporazioni.
Le grandi masse di vapore che si creano raggiungono l’oceano creando in vicinanza della costa una bassa cortina di nebbia larga e spessa che nasconde il capo. Ma oltre al fenomeno delle nebbie, si devono tenere presenti anche le forti correnti marine che raggiungono velocità di 7-8 miglia orarie e che a seconda delle stagioni e dei venti mutano direzione e velocità creando delle derive alle navi, soprattutto a quelle provenienti da oriente, causandone spesso i naufragi.

© 2014 Alberto Alpozzi freelance photojournalist All Rights Reserved – Torino, Italy

ENGLISH VERSION

Hugo Eckener commander of Zeppelin and cape Guardafui

ieckene001p1What’s about the german Dr. Hugo Eckener, commander of the Zeppelin airships and co-founder of DELAG, the first airline in the world in 1917 and successor of Ferdinand Graf von Zeppelin Zeppelin GmbH to guide Luftschiffbau with the construction of the lighthouse at Cape Crispi Guardafui?
The dirigible entrepreneur told about the difficult conditions of navigability of the waters around the infamous “cape of sadnessand how the commanders of the British cargo ships, a few miles from the Somali coast, they knew to meet strong cold sea currents, so that approaching to the fatal area measured the water temperature by placing the north bow only when they found the presence of these currents.
Click LIKE into Facebook page dedicated to Lighthouse Crispi at cape Guardafui

The temperature difference between the normally calm waters and heated in the Gulf of Aden and the Indian Ocean agitated was the basis of the shipwrecks of the past: in the summer months in the Indian Ocean, at cape Guardafui, the temperature is around 20-25°, while in the Gulf of Aden, near Alula temperature often exceeds 35-40° giving rise to strong evaporation.
The great masses of vapor will reach the ocean near the coast, creating a low wide and thick curtain of fog that hides the cape. But in addition to the phenomenon of fog, you must also be aware of the strong currents that reach speeds of 7-8 mph and that according to the seasons and the winds change direction and speed of creating drifts to ships, especially those coming from the east, often causing shipwrecks.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...