Mogadiscio. Biscarra e il Monumento ai Caduti della Somalia

monumento_caduti_mogadiscio_biscarraNel marzo 1928 durante la visita di SAR Umberto di Savoia a Mogadiscio venne inaugurato il Monumento ai pionieri della Somalia, eretto sul Lungomare Vittorio Bottego, opera dello scultore torinese Cesare Biscarra, invitato nella capitale della Somalia Italiana dal governatore Cesare Maria de Vecchi di Val Cismon.

Tutto il viaggio del Principe è raccontato nel libro “VIAGGIO NELLA SOMALIA ITALIANA – La visita del Principe Umberto di Savoia nelle fotografie ritrovate di Carlo Pedrini” in uscita per il Salone del Libro di Torino 2016. Presentazione il 14 maggio. Clicca qui per i dettagli.

Il monumento era composto da due colonne autentiche dell’età imperiale romana, appositamente giunte dall’Italia, racchiudenti un’ara sulla quale tra simbolici bassorilievi erano incisi i nomi dei Caduti e le iscrizioni dedicatorie adottate del Governatore. Sempre nella “città bianca” il Biscarra eseguì anche alcune statue all’interno della cattedrale della Consolata.

In quegli anni Biscarra in Somalia e in Eritrea dipinse anche una serie di Paesaggi.

Clicca MI PIACE nella pagina Facebook dedicata al Faro Crispi a Capo Guardafui

biscarra_consolata_mogadiscio3Cesare Biscarra nacque a Torino il 9 novembre 1866. Fu allievo all’Accademia Albertina di Tabacchi e Monteverde, iniziò ad esporre alla Società Promotrice di Belle Arti nell’anno 1891, ottenendo un notevole successo e favorevolmente commentato da Bistolfi. Partecipò alle Esposizioni Triennali di Belle Arti di Torino del 1894 e del 1896 e alle Esposizioni Internazionali di Arte della città di Venezia nel 1905, 1907 e 1910.
Tra le sue opere migliori sono da ricordare: il Monumento alla guida alpina Felice Ollier a Courmayeur del 1903, l’Obelisco con i medaglioni dei fratelli Iacopo, Giovanni e Agostino Ruffini e di Domenico Ferrari nella piazza degli Eroi Taggesi a Taggia in Liguria, il Monumento ad Ascanio Sobrero (in collaborazione con G. Ceragioli) nel parco del Valentino a Torino e nello stesso parco è presente anche la Fontana dei 12 Mesi di Carlo Ceppi dove Cesare Biscarra intervenne con la realizzazione di alcune statue poste ai lati della grande vasca, il Monumento ai Caduti sul lungolago di Baveno sul Lago Maggiore, la Tomba Bona nel cimitero del santuario della Madonna di Oropa e il Monumento a L. Fraschetti del 1914 nella piazza Mazzini a Borgosesia. Morì a Torino il 12 marzo 1943.

© 2015 Alberto Alpozzi freelance photojournalist All Rights Reserved – Torino, Italy

Annunci

8 pensieri su “Mogadiscio. Biscarra e il Monumento ai Caduti della Somalia

  1. Pingback: A Mogadiscio si restaurano e conservano i vecchi monumenti fascisti e monarchici | L'ITALIA COLONIALE

  2. Pingback: La bellezza dei somali tanto difficile da scolpire | L'ITALIA COLONIALE

  3. Pingback: Come era la Mogadiscio del 1928 capitale della Somalia italiana? | Faro Francesco Crispi - Cape Guardafui, Somalia A.O.I.

  4. Pingback: Opere italiane sperimentali nella Somalia del 1930 | L'ITALIA COLONIALE

  5. Pingback: L’inaugurazione della Cattedrale di Mogadiscio, evento politico e religioso | L'ITALIA COLONIALE

  6. Pingback: L’inaugurazione della Cattedrale ai Mogadiscio, evento politico e religioso | L'ITALIA COLONIALE

  7. Pingback: Le tappe fondamentali dell’Imperco coloniale italiano | L'ITALIA COLONIALE

  8. Pingback: Arte e architettura nella Mogadiscio scomparsa | L'ITALIA COLONIALE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...