Dalla Somalia a Torino: il Governatore di Guardafui in Italia

Il libro Il faro di Mussolini di Alberto Alpozzi porta il Governatore di Guardafui, Abdulkadir Mohamed, a Torino.

conf.stampa_torino_italia-somalia_alpozzi_marrone_abdulkadir (1)Italia e Somalia di nuovo insieme per rinsaldare vecchi legami storici, positivi e produttivi”. Queste le parole di Abdulkadir Mohamed, Governatore di Guardafui (Puntland – Somalia), in visita a Torino la scorsa settimana per un incontro con Alberto Alpozzi, autore del libro “Il faro di Mussolini” e proporre un gemellaggio tra il capoluogo Piemontese, e Alula, capoluogo della regione di Guardafui. Il sogno di entrambi sarebbe poter restaurare e riaccendere il vecchio faro Crispi, simbolo delle opere italiane all’estero, ieri, e monumento storico del Puntland, oggi. Potrebbe diventare un luogo turistico – dice il Governatore – da far visitare agli italiani. Potremmo anche costruire un piccolo villaggio con architettura tipica migiurtina all’esterno mentre gli interni potrebbero essere dotati di tutti i comfort moderni.”

CLICCA QUI ed entra nella pagina Facebook “Faro Francesco Crispi 1924 – Capo Guardafui” e clicca su Mi Piace per rimanere aggiornato sulle nostra attività.

Governatore_Guardafui_Torino_FassinoSi, sarebbe una grande cosa poter rendere omaggio alla storia d’Italia e della Somalia, ma in questo momento la criticità principale della regione di Guardafui è l’acqua. Infatti questo è ciò che è venuto fuori dall’incontro promosso da Alberto Alpozzi e organizzato dal Consigliere Comunale e Regionale Maurizio Marrone insieme al Consigliere Comunale di Ciriè (To) Davide D’Agostino che hanno incontrato il Sindaco di Torino Piero Fassino. Prima di tutto si dovrà affrontare l’emergenza idrica della regione, conviene l’On. Fassino con Abdulkadir, per migliorare lo standard di vita delle popolazione locali che attualmente devono percorrere chilometri, in assenza di pozzi, per avere una tanica d’acqua. Una tanica d’acqua, equivalente a 18 litri, nel Corno d’Africa costa circa 25 dollari, a Torino 5 taniche prodotte dalla Smat costano 1,60 euro.

CLICCA QUI per il discorso introduttivo del Governatore Abdulkadir Mohamed durante la conferenza stampa a Palazzo Civico di mercoledì 16 settembre 2015.

torino_governatore_abdulkadir_ad-smat_ing-romanoIl Sindaco ha così subito creato ottime sinergie con la Hydroaid e la Smat per poter organizzare presto progetti di cooperazione con la Regione di Guardafui e poter mettere in campo nuovi investimenti per rilanciare l’economia perchè “finita la scuola – ha dichiarato Abdulkadir – i giovani hanno due possibilità: o arruolarsi con Al-Shabab nel sud del paese, oppure tentare la traversata del Mediterraneo con gravi rischi. Questo è sbagliato e non è la soluzione. Abbiamo necessità di investimenti per creare lavoro e rendere la Somalia nuovamente produttiva come negli anni del colonialismo italiano. Molte sono le architetture italiane ancora presenti nella mia terra, come l’ospedale “Regina Elena” ad Alula, che andrebbe restaurato e rimesso in funzione così come il gran faro di Guardafui: l’Italia ha fatto grandi cose in Somalia che hanno segnato la nostra storia e abbiamo una lunga amicizia che ancora ci lega.”

il-faro-di-mussolini_alpozzi_abdulkadir_torinoAl termine degli incontri Alberto Alpozzi ha dichiarato: “Sono orgoglioso che la mia ricerca storiografica sulla passata presenza italiana in Somalia stia ponendo le fondamenta per un rinnovato rapporto tra i nostri due Paesi, proprio partendo da un approfondimento storico e da una Capitale europea della cultura come Torino. Spero presto si possano affrontare insieme progetti comuni e investire nuovamente in Somalia e ricucire le vecchie unioni che tanto ci legano con questa terra. L’incontro con Abdulkadir è stato il coronamento di una ricerca durata due anni, non ancora conclusa e che prosegue, ed ha creato un nuovo punto di partenza per studi sulla nostra storia ma soprattutto per l’inizio di ottime collaborazioni con una terra con la quale tanto abbiamo condiviso in passato”.

conf.stampa_torino_italia-somalia_alpozzi_marrone_abdulkadir (5)Conclude il Governatore Abdulkadir: “Siamo paesi amici da molti anni e sono onorato di essere stato ricevuto nella città di Torino ed aver avuto la possibilità di creare rapporti per un nuovo futuro che nasce dalla storia che ci lega e che conosciamo molto bene avendo davanti agli occhi tutte le buone opere realizzate dagli italiani per la Somalia, molte delle quali però smantellate dagli inglesi al termine della Seconda Guerra Mondiale, e le rimanenti distrutte dalla Guerra Civile. Oggi i maggiori investimenti arrivano dalla Turchia e dalla Cina. Siamo un paese con molte risorse sulle quali puntare per il futuro e uno dei miei sogni sarebbe, con l’aiuto di Alberto Alpozzi, che non smetterò mai di ringraziare per il suo libro “Il faro di Mussolini”, che ci ha permesso di incontrarci, di poter presto riaccendere la luce del faro di Guardafui perchè illumini di nuovo la giusta via per la Somalia”.

RASSEGNA STAMPA

 

Annunci

8 pensieri su “Dalla Somalia a Torino: il Governatore di Guardafui in Italia

  1. Pingback: Dopo 70 anni alla scoperta del faro Crispi – Crowdfunding Somalia | Faro Francesco Crispi - Cape Guardafui, Somalia A.O.I.

  2. Pingback: Crowdfundig Somalia – Reportage faro di Guardafui | L'ITALIA COLONIALE

  3. Pingback: Segni di fiducia e rispetto religioso nel Somalia del nord. Monsignor Bertin riconsacra una chiesa cattolica ad Hargheisa. | L'ITALIA COLONIALE

  4. Pingback: Semi di speranza in Somalia. Mons. Bertin riconsacra una chiesa ad Hargheisa – News Past World

  5. Pingback: Un anno fa usciva “Il faro di Mussolini” | Faro Francesco Crispi - Cape Guardafui, Somalia A.O.I.

  6. Pingback: Di cosa parla il libro “Il faro di Mussolini”? | Faro Francesco Crispi - Cape Guardafui, Somalia A.O.I.

  7. Pingback: Dal Giappone alla Spagna, i migliori disegnatori interpretano “Il faro di Mussolini” | Faro Francesco Crispi - Cape Guardafui, Somalia A.O.I.

  8. Pingback: “Il faro di Mussolini” premio HOMBRES 2015 | Faro Francesco Crispi - Cape Guardafui, Somalia A.O.I.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...