Ad Asti presentazione del libro “Il faro di Muss*lini” tra censure e covid

ASTI – Presentazione libro “Il faro di Mussolini” venerdì 16 ottobre 2020, ore 20.45, Via B. Pallio 26.

“Mussolini” per esteso su Facebook non si può più scrivere se non si vuole correre il rischio di essere bannati. Si deve ricorrere ad asterischi, omissioni o storpiature. Ma la storia resta inalterata anche se qualcuno cerca di mistificarla ed impedirne la sua divulgazione vietando anche le parole per poterne parlare, quando i contenuti non si confanno ad un certo pensiero unico.

In più ci si mette anche la pandemia di Covid a limitare gli eventi sociali, gli incontri e, stando all’ultimo DPCM, anche le feste famigliari. Ma nel limite consentito dalle norme anticovid la presentazione del libro “Il faro di Mussolini” di Alberto Alpozzi, ad Asti, organizzata dall’Ass. “Sole che sorgi” per venerdì 16 ottobre si farà. Ritrovo ore 20.45 in via B. Pallio 26 presso il circolo “Sempre uniti – Dipendenti Cassa di Risparmio”.  Introduce Franco Chezzi, presidente dell’associazione e presenterà il libro Alberto Alpozzi, autore.

Per i dettagli della serata CLICCA QUI per visionare l’evento su Facebook.

GUARDA IL BOOK TRAILER DEL LIBRO “Il faro di Mussolini – Il colonialismo italiano in Somalia oltre il sogno imperiale”

IL LIBRO“Il faro di Mussolini” è un avvincente viaggio nella più lontana terra d’oltremare per riscoprire un capitolo di storia italiana ancora sconosciuto. Scoprirete con questo libro, già PREMIO HOMBRES nel 2015, di non sapere ancora tutto sul colonialismo italiano in Somalia. Per approfondire CLICCA QUI

Durante la presentazione saranno rispettate le normative anticovid in materia di distanziamento – Si ricorda ai partecipanti che è obbligatorio indossare la mascherina

Un pensiero su “Ad Asti presentazione del libro “Il faro di Muss*lini” tra censure e covid

  1. Buongiorno
    Libro Magnifico , certo è che oggi con la classe politica odierna imprese del genere sono impossibili.
    Io che sono stato in Somaglia negli anni 1978/80 devo dire che all’epoca avevamo comunque
    Lasciato un paese degno di questo nome, con la caduta di Siad Barre e l’avvento della “democrazia” tutto cambiò’ … in peggio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...