IL FARO DI MUSSOLINI

“L’Opera coloniale più controversa e il sogno dell’Impero nella Somalia Italiana. 1889-1941” di Alberto Alpozzi

Acquista ora una copia de “Il faro di Mussolini” CLICCANDO QUI in distribuzione del 6 maggio in libreria

Il faro di mussolini_Alpozzi_copertina_frontedall‘INTRODUZIONE di Giorgio Ballario: l’opera di Alpozzi non è limitata alla semplice e sterile elencazione degli avvenimenti storici che portarono a realizzare il faro, un’infrastruttura fondamentale per la marineria di tutto il mondo, invocata da almeno mezzo secolo. Intorno alla questione del faro Guardafui l’autore ricostruisce il mondo perduto e avventuroso della navigazione tra Mar Rosso e oceano Indiano, delle esplorazioni italiane e delle conquiste coloniali, della documentazione topografica e fotografica di una nazione, la Somalia, che ancora negli Anni Venti del secolo scorso era una sorta di “buco nero” sugli atlanti internazionali. Fino a seguire le tracce dell’ultimo guardiano del faro italiano, che ancora a metà degli Anni Cinquanta – in piena amministrazione fiduciaria tricolore – solitario e abbandonato ai confini del mondo, garantiva il corretto funzionamento della gigantesca lanterna e la sicurezza ai navigli d’ogni bandiera che doppiavano il capo più orientale dell’Africa.

CLICCA QUI PER VEDERE IL VIDEO DEL BOOK-TRAILER DI PRESETAZIONE

Il faro di Mussolini - Quarta di copertinadalla PREFAZIONE di Giorgio de Vecchi di Val Cismon: Credevo che pochi s’interessassero a queste vicende […] È stata quindi una sorpresa scoprire che c’era un giovane reporter che s’interessava a quei luoghi e a quei fatti lontani nel tempo e nello spazio. Leggendo il lavoro di Alberto Alpozzi ho ritrovato quei racconti descritti da mio nonno, arricchiti di dati e precisazioni, ma anche le dissertazioni successive svolte in famiglia in cui presente e passato si legano in un intreccio vivo e vivido: la storia è una catena con molti anelli. […] C’è la storia dell’amministrazione fiduciaria italiana, e accenni a personaggi celebri come Amedeo Guillet, e semi sconosciuti come Carlo Pedrini, vi si leggono gli echi delle sfortunate missioni Unosom che l’ONU condusse fra il ’92 e il ’95, ma ci sono anche le radici dell’attuale pirateria nel Corno d’Africa. Se si fosse considerata un po’ più la storia di quelle genti e di quelle terre, forse si sarebbero evitati degli errori e magari qualche orrore.”

IL FARO DI MUSSOLINI: Euro 18,00 – 208 pagine, b/n, brossurato con alette, 16×24 cm. ISBN 978-88-99086-28-2

Cartella stampa della casa editrice 001 Edizioni cliccando qui

SINOSSI: Sulla punta estrema del Corno d’Africa, dove la regina Hatshepsut inviava le sue navi per procurarsi le spezie e il poeta Arthur Rimbaud trafficava in armi, si ergeva il promontorio di Capo Guardafui, covo di pirati e teatro di naufragi e leggende, conosciuto già dagli antichi Romani e crocevia delle grandi esplorazioni dell’Africa Orientale. Un’appassionata e meticolosa indagine che esplora i luoghi dove le vite di enigmatici Sultani si sono intrecciate con corrotti avventurieri, entra nei palazzi dove furono stretti accordi segreti e si consumarono inganni che hanno segnato gli avvenimenti cruciali della storia coloniale italiana.

Protagonista di questa ricerca è il faro intitolato allo statista Francesco Crispi, che dopo 50 anni di incartamenti e diplomazia, fu eretto dall’Italia di Mussolini sul Guardafui, diventando il più grande fascio littorio esistente e simbolo dell’Impero. Un avvincente viaggio nella Somalia Italiana, la più lontana colonia d’oltremare, che riscopre un capitolo esotico e trascurato in un inedito racconto attraverso documenti che escono per la prima volta dagli archivi e le parole di uomini, le cui imprese silenziose e spesso esemplari si sono intrecciate con la Storia. I luoghi e le opere di un tempo perduto che hanno caratterizzato un’Italia dimenticata.

Presentazione in anteprima a Torino lunedì 23 marzo 2015, Ore 20.30, OSA Lingotto, via Bizzozero n. 26. Introducono Giorgio Ballario, scrittore e giornalista de La Stampa, e Augusto Grandi, scrittore e giornalista de Il Sole 24 Ore.

ARTICOLI CORRELATI:

Presentazione libro “Il Faro di Mussolini” dal blog L’Italia Coloniale

Faro Francesco Crispi – Capo Guardafui 1924 dalla pagina Facebook

25 pensieri su “IL FARO DI MUSSOLINI

  1. Pingback: Il faro di Mussolini continua a far parlare di sè | Faro Francesco Crispi - Cape Guardafui, Somalia A.O.I.

  2. Pingback: Regeni, gli F-16 e la vendita del consolato italiano a Port Said | L'ITALIA COLONIALE

  3. Pingback: “L’Etiopia è italiana”. 80 anni fa lo storico annuncio del Duce da piazza Venezia | L'ITALIA COLONIALE

  4. Pingback: “L’Italia ha finalmente il suo Impero”. 80 anni fa il Duce proclamava l’Impero | L'ITALIA COLONIALE

  5. Pingback: Umberto di Savoia e il colonialismo italiano mai raccontato | Faro Francesco Crispi - Cape Guardafui, Somalia A.O.I.

  6. Pingback: 80 anni fa l’Impero. La guerra d’Etiopia nei quotidiani stranieri | Faro Francesco Crispi - Cape Guardafui, Somalia A.O.I.

  7. Pingback: Viaggio nella Somalia italiana, un libro sulla storia coloniale dai contenuti inediti | L'ITALIA COLONIALE

  8. Pingback: Un anno fa usciva “Il faro di Mussolini” | Faro Francesco Crispi - Cape Guardafui, Somalia A.O.I.

  9. Pingback: Di cosa parla il libro “Il faro di Mussolini”? | Faro Francesco Crispi - Cape Guardafui, Somalia A.O.I.

  10. Pingback: Il Maestro Rabino dipinge il faro Francesco Crispi | Faro Francesco Crispi - Cape Guardafui, Somalia A.O.I.

  11. Pingback: Dal Giappone alla Spagna, i migliori disegnatori interpretano “Il faro di Mussolini” | Faro Francesco Crispi - Cape Guardafui, Somalia A.O.I.

  12. Pingback: “Il faro di Mussolini” premio HOMBRES 2015 | Faro Francesco Crispi - Cape Guardafui, Somalia A.O.I.

  13. Pingback: Il faro di Mussolini | Tradizioni

  14. Pingback: La Marcia su Roma de “Il faro di Mussolini” | L'ITALIA COLONIALE

  15. Pingback: Il faro di Mussolini di Alpozzi a Gorizia con Biloslavo | L'ITALIA COLONIALE

  16. Pingback: Dalla Somalia a Torino: il Governatore di Guardafui in Italia | Faro Francesco Crispi - Cape Guardafui, Somalia A.O.I.

  17. Pingback: Il Principe di Guardafui, l’ultimo guardiano italiano del faro Crispi | Faro Francesco Crispi - Cape Guardafui, Somalia A.O.I.

  18. Pingback: Arte e architettura nella Mogadiscio scomparsa | L'ITALIA COLONIALE

  19. Pingback: Nel museo della Garesa di Mogadiscio il più antico documento della storia della Somalia | L'ITALIA COLONIALE

  20. Pingback: Mogadiscio 1930, nel museo della Garesa il più antico documento della storia della Somalia | L'ITALIA COLONIALE

  21. Pingback: Somalia Italiana – Il Capitano Gatti muore difendendo il Faro Crispi | L'ITALIA COLONIALE

  22. Pingback: Somalia/ Capo Guardafui e i libri. Il faro di Mussolini è un’opera coloniale molto controversa e testimonia il sogno dell’Impero nella Somalia Italiana. 1889-1941 | Rassegna Stampa Militare

  23. Son stata ire sera alla presentazione di questo libro scritto dal mio amico Alberto Alpozzi. Mi ha rapito la storia inusuale che cerca i documenti per dare la voce a tutti quegli italiani che hanno vissuto e lavorato duramente in Somalia ai tempi delle Colonie. Periodo storico vieppiù dimenticato. Ricordare i nostri buoni italiani è sempre un onore di cui andare fieri. L’Italia sa fare cose grandi ed egregie ma spesso lo dimentichiamo.
    Poi Alberto era talmente entusiasta che ha saputo coinvolgerci, così da farmi venire una voglia pazzesca: arrivi il beneamato weekend poi mi butterò sul divano e a capofitto a leggere questo libro. Solo lo stiro patirà, pazienza. Ha, inoltre, risvegliato dei ricordi cacciati nei meandri della mente: la domenica mattina, con il nonno Italo e mio cugino Giorgio, nel lettone dei nonni a sentir i suoi racconti delle Guerre d’Africa (essendo un radiotelegrafista le fece tutte), gli aneddoti, le battaglie, insomma il suo vissuto di quel periodo. Grazie Alberto per questa succosa opportunità. Un abbraccio

  24. Pingback: Arthur Rimbaud poeta e trafficante d’armi in Africa Orientale | L'ITALIA COLONIALE

  25. Pingback: ALBERTO APOZZI. IL FARO DI MUSSOLINI (PRESENTAZIONE) | Centro Studi "HISTORIA ITALICA"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...